24 dic 2013

Natale


E’ Natale, da fine ottobre.
Le lucette si accendono sempre prima, mentre le persone sono sempre più intermittenti.
Io vorrei un dicembre a luci spente e con le persone accese.

Charles Bukowski




06 nov 2013

Sud


Quando a meridione intravedi la fiamma chiara
dei versi ballare sulle ceneri dei morti,
ricorda figlio caro.

Ricorda
tutti coloro che un giorno
decisero di seminare qui i loro dialoghi
immaginando di veder fiorire le piante del futuro.

Peter Huchel
da Chausseen

Teatro Antico di Tindari e Santuario

16 ott 2013

Uomo Libero




...Mi ero alzato. 
Sotto le stelle impassibili, sulla terra infinitamente deserta e misteriosa, dalla sua tenda l'uomo libero tendeva le braccia al cielo infinito non deturpato dall'ombra di Nessun Dio.

Dino Campana
Canti Orfici



10 ott 2013

Valori



Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca. 
Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle. 
Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano. 
Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi vale ancora poco. 
Considero valore tutte le ferite. 
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordare di che. 
Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord, qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato. 
Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia. 
Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore. 

Molti di questi valori non ho conosciuto.

Erri De Luca
Opera sull'acqua e altre poesie






07 ott 2013

Giustizia


"Del resto, che c'era di giusto? 
C'era mai stata giustizia, anche solo per un momento, per i pesci piccoli? 
Tutte quelle stronzate che gli davano a bere sulla democrazia e le pari opportunità non servivano altro che a tenerli buoni, perché non bruciassero tutta la baracca. 
Certo, una volta ogni tanto c'era qualcuno che riusciva a tirarsi fuori dalle macerie e a emergere. 

Ma per ognuno di questi ce n'erano centinaia di migliaia in mezzo a una strada o in prigione o in un manicomio, o suicidi o drogati o sbronzi. 
E molti e molti di più che facevano lavori spregevoli e mal pagati e buttavano via tutti gli anni della loro vita in cambio della pura e semplice sopravvivenza. La schiavitù non era stata eliminata affatto, era solo stata allargata fino a comprendere i nove decimi della popolazione. 
Dappertutto. 
Santa merda." 

Charles Bukowski


06 ott 2013

Potenza e obbedienza





La potenza, 
come una pestilenza desolante, inquina tutto quello che tocca; 
e l'obbedienza, flagello d'ogni genio, virtù, libertà, verità,
fa schiavi gli uomini e, della complessione umana, un automa meccanizzato.

Percy Bysshe Shelley (1792–1822)

Mutatis mutandis



Compiuto è l’anno, invertita la rotta
ed è risacca che spagina il tempo
è cura di un dolore contento
è linimento tardivo di un ritroso navigare
è scoramento dell’onda che torna in alto mare.


Lucianna Argentino 
"Diario inverso"



05 ott 2013

Sorprese



"Tanta gente non lo sa 
E dunque non se ne cruccia:
La vita la butta via 
e mangia solo la buccia"

I bravi signori
Gianni Rodari






03 ott 2013

Fate voto di vastità


"Cosa me ne frega di essere connesso al mondo ogni momento della giornata, se il mondo non so com’è fatto e non conosco le persone che lo abitano? 
Basta viaggiare, e io ho viaggiato, per rendersi conto della vita: cambi latitudine e senti subito la differenza di cultura, di pensiero, di umanità.

Il mondo lo possiamo davvero cambiare, con la nostra volontà. 

Sono laico, ma arrivo a credere che perfino la preghiera può muovere le montagne. 
Alla gente propongo: fate voto di vastità (con la v), apritevi più che potere all’ascolto, alla denuncia. 

Usate il terzo occhio, il terzo orecchio e un cuore che non abbiamo."

A. Bergonzoni






Esule



Relitti? 
Derelitti? 
Sbarcatori d’altro lunario? 
Uomini giusti nel posto sbagliato prima, ora sbagliati nel posto giusto? 
Piantatori di grane o bisognosi di grano in un’Europa coltivatrice di grana? 
Fuoriusciti, fuori di se o fuori da noi? 
Esseri o non esseri, qual’è il problema? 
Accogliere e sf-amare!

A. Bergonzoni


30 set 2013

Sdraiatevi a terra



Tutto è legato a una questione
di postura: nulla saprà degli animali
l'uomo eretto, dominus sprezzante
e onnipotente, mentre l'infante
che gattona a quattro zampe
vedrà la loro stessa scena, annuserà
gli stessi odori, spartirà
con loro inediti sapori.

L'unica chance offerta all'uomo
eretto è di sdraiarsi a terra:
osservando le stelle assieme agli animali,
magari scorderà di essere una macchina
di sopraffazione e guerra.


Animali in versi
Franco Marcoaldi



27 set 2013

Il suonatore Jones




"Libertà l'ho vista dormire nei campi coltivati,
a cielo e denaro
a cielo ed amore protetta da un filo spinato
Libertà l'ho vista svegliarsi ogni volta che ho suonato..."

Il suonatore Jones
Fabrizio de Andrè






15 mag 2013

Futuro



I desideri dei bambini danno ordini al futuro

Erri De Luca


25 apr 2013

Ribellione



La libertà non sta nello scegliere tra bianco e nero, 
ma nel sottrarsi a questa scelta prescritta. 

Theodor Adorno 

23 apr 2013

Direzioni



Scale
che non portano
da nessuna parte
scale
che salgono soltanto per scendere
è difficile orientarsi
nei dintorni del nulla.

Scale
Luciano Erba

Primavera




Verranno le dolci piogge e si diffonderà il profumo della terra,

e le rondini voleranno in cerchio stridendo;
e canteranno le rane negli stagni a notte alta,
e i pruni selvatici biancheggeranno tremuli;
i pettirossi si vestiranno di penne di fuoco,
fischiando le loro ariette sugli steccati;
e nessuno saprà della guerra, nessuno
si curerà infine quando tutto sarà compiuto,
né albero, né uccello
farà caso all’umanità morente;
e la stessa Primavera, quando si leva all'alba
appena s’accorgerà che ce ne siamo andati.



Verranno le dolci piogge 1920
Sara Teasdale


11 apr 2013

°°ooO°o°O°





...
E son le gocce: occhi d'infinito che guardano
il bianco infinito che le generò
...

Pioggia
Federico Garcìa Lorca

09 apr 2013

Capolavori






"Poi il mondo, il mio almeno, ebbe un'accelerazione improvvisa. Come le astronavi dei cartoni animati o dei film di fantascienza, che partono con una specie di botto e schizzano fino a scomparire fra le stelle." 



Il passato è una terra straniera

Gianrico Carofiglio

07 apr 2013

Forza, pazienza, intelligenza


Che io possa avere  la forza di cambiare le cose che posso cambiare,
che io possa avere la pazienza di accettare le cose che non posso cambiare,
che io possa avere soprattutto l'intelligenza di saperle distinguere.

Tommaso Moro

18 mar 2013

Esternare


Ciò che sta alle nostre spalle, come ciò che sta davanti a noi, è piccola cosa rispetto a quanto si trova dentro di noi. 
E quando portiamo nel mondo esterno quello che è dentro di noi, accadono i miracoli.

Henry David Thoreau

16 mar 2013

Insegnamenti





Bambino, se trovi l'aquilone della tua fantasia 
legalo con l'intelligenza del cuore. 
Vedrai sorgere giardini incantati 
e tua madre diventerà una pianta 
che ti coprirà con le sue foglie. 
Fa delle tue mani due bianche colombe 
che portino la pace ovunque 
e l'ordine delle cose. 
Ma prima di imparare a scrivere 
guardati nell'acqua del sentimento.

Alda Merini

La nostra vera casa




Noi cittadini metropolitani, che viviamo inscatolati nelle nostre città, senza più i colori e i profumi delle stagioni forse, in un giorno molto prossimo, se ci capiterà di passare accanto a un orto dove un nonno e una piccola bimba colgono i frutti maturi, allora potremo ancora riconoscere la vera casa dell’uomo. 

Ermanno Olmi - Terra Madre

13 mar 2013

Sospesi


Sono molto 
irrequieta 
quando mi legano
allo spazio.

Aforismi
Alda Merini

12 mar 2013

Rompicoglioni


Il silenzio è la cosa più straordinaria che esista in natura, lo si può interpretare in chiave filosofica e artistica ma alla fine è costituito semplicemente dall’assenza di rompicoglioni nelle vicinanze.

Un calcio in bocca fa miracoli
Marco Presta



08 mar 2013

Il miglior discorso al mondo...



...lo ha fatto Pepe Mujica: 




"Lo sviluppo non può andare contro la felicità. 
Deve essere a favore della felicità, della cura dei figli, delle amicizie 
perché questo è il tesoro più importante. 
Quando lottiamo per l’ambiente, il primo elemento dell’ambiente è la felicità umana”.

Dal discorso alla Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile a Rio, il 21 giugno 2012 
“Lo sviluppo deve essere a favore della felicità”
Pepe Mujica
Presidente dell’Uruguay

01 mar 2013

d a r e




"...non si guardò neppure attorno,
ma versò il vino e spezzò il pane per chi diceva ho sete ho fame."

Il Pescatore
Fabrizio de Andrè

27 gen 2013

Ascolta la sua voce...





« Io sono uno
che sorride di rado,
questo è vero,
ma in giro ce ne sono già tanti
che ridono e sorridono sempre,
però poi non ti dicono mai
cosa pensano dentro »

Io sono uno 1966
Luigi Tenco



"...Signori benpensanti, spero non vi dispiaccia
se in cielo, in mezzo ai Santi, Dio, fra le sue braccia,
soffocherà il singhiozzo di quelle labbra smorte,
che all'odio e all'ignoranza preferirono la morte.
Dio di misericordia, il tuo bel paradiso
l'hai fatto soprattutto per chi non ha sorriso
per quelli che han vissuto con la coscienza pura
l'inferno esiste solo per chi ne ha paura.

Ascolta la sua voce
che ormai canta nel vento
Dio di misericordia vedrai sarai contento."

Preghiera di Gennaio
Fabrizio De Andrè


10 gen 2013

Consapevolezza



Preferirei sedermi all'aria aperta, perché sull'erba non si posa polvere, tranne dove l'uomo ha arato. Sono i dissipati e gli amanti del lusso che stabiliscono le mode che il gregge segue tanto fedelmente.
[...]
Gli uomini ora sono diventati strumenti dei loro strumenti.
L'uomo che quand'era affamato coglieva i frutti liberamente, è diventato contadino; e quello che, per riposare, si stendeva sotto un albero, è diventato il guardiano della propria casa. Ora non ci accampiamo più per la notte, ma invece ci siamo piantati sulla terra e abbiamo dimenticato il cielo.

da Walden 
Hanry David Thoreau




Il 4 è rosso!




Dentro la bocca ha tutte le vocali
il bambino che canta, la sua gioia
come la giacca azzurra, come i pali
netti del cielo, s’apre all’aria, è il fresco
della faccia che porta. 
Il 4 è rosso
come i numeri grandi delle navi

Alfonso Gatto
Il 4 è rosso