16 ott 2013

Uomo Libero




...Mi ero alzato. 
Sotto le stelle impassibili, sulla terra infinitamente deserta e misteriosa, dalla sua tenda l'uomo libero tendeva le braccia al cielo infinito non deturpato dall'ombra di Nessun Dio.

Dino Campana
Canti Orfici



10 ott 2013

Valori



Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca. 
Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle. 
Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano. 
Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi vale ancora poco. 
Considero valore tutte le ferite. 
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordare di che. 
Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord, qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato. 
Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia. 
Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore. 

Molti di questi valori non ho conosciuto.

Erri De Luca
Opera sull'acqua e altre poesie






7 ott 2013

Giustizia


"Del resto, che c'era di giusto? 
C'era mai stata giustizia, anche solo per un momento, per i pesci piccoli? 
Tutte quelle stronzate che gli davano a bere sulla democrazia e le pari opportunità non servivano altro che a tenerli buoni, perché non bruciassero tutta la baracca. 
Certo, una volta ogni tanto c'era qualcuno che riusciva a tirarsi fuori dalle macerie e a emergere. 

Ma per ognuno di questi ce n'erano centinaia di migliaia in mezzo a una strada o in prigione o in un manicomio, o suicidi o drogati o sbronzi. 
E molti e molti di più che facevano lavori spregevoli e mal pagati e buttavano via tutti gli anni della loro vita in cambio della pura e semplice sopravvivenza. La schiavitù non era stata eliminata affatto, era solo stata allargata fino a comprendere i nove decimi della popolazione. 
Dappertutto. 
Santa merda." 

Charles Bukowski


6 ott 2013

Potenza e obbedienza





La potenza, 
come una pestilenza desolante, inquina tutto quello che tocca; 
e l'obbedienza, flagello d'ogni genio, virtù, libertà, verità,
fa schiavi gli uomini e, della complessione umana, un automa meccanizzato.

Percy Bysshe Shelley (1792–1822)

Mutatis mutandis



Compiuto è l’anno, invertita la rotta
ed è risacca che spagina il tempo
è cura di un dolore contento
è linimento tardivo di un ritroso navigare
è scoramento dell’onda che torna in alto mare.


Lucianna Argentino 
"Diario inverso"



5 ott 2013

Sorprese



"Tanta gente non lo sa 
E dunque non se ne cruccia:
La vita la butta via 
e mangia solo la buccia"

I bravi signori
Gianni Rodari






3 ott 2013

Fate voto di vastità


"Cosa me ne frega di essere connesso al mondo ogni momento della giornata, se il mondo non so com’è fatto e non conosco le persone che lo abitano? 
Basta viaggiare, e io ho viaggiato, per rendersi conto della vita: cambi latitudine e senti subito la differenza di cultura, di pensiero, di umanità.

Il mondo lo possiamo davvero cambiare, con la nostra volontà. 

Sono laico, ma arrivo a credere che perfino la preghiera può muovere le montagne. 
Alla gente propongo: fate voto di vastità (con la v), apritevi più che potere all’ascolto, alla denuncia. 

Usate il terzo occhio, il terzo orecchio e un cuore che non abbiamo."

A. Bergonzoni






Esule



Relitti? 
Derelitti? 
Sbarcatori d’altro lunario? 
Uomini giusti nel posto sbagliato prima, ora sbagliati nel posto giusto? 
Piantatori di grane o bisognosi di grano in un’Europa coltivatrice di grana? 
Fuoriusciti, fuori di se o fuori da noi? 
Esseri o non esseri, qual’è il problema? 
Accogliere e sf-amare!

A. Bergonzoni